Carte Prepagate con IBAN: le Migliori Multifunzione a Confronto

Confronto Carte Conto Prepagate con IBAN

Se siete alla ricerca di un’alternativa al conto corrente che sia più economica ma ugualmente con molte funzionalità, allora la soluzione può essere rappresentata da una carta conto prepagata dotata di codice IBAN, chiamata anche carta multifunzione o semplicemente carta conto.

Sempre più banche italiane offrono la possibilità di richiedere una di queste carte conto con IBAN, i cui vantaggi sono immediatamente evidenti rispetto a un conto corrente, on-line o tradizionale che sia.
Quello più evidente è rappresentato da costi fissi inferiori rispetto a quelli dei conti correnti. Infatti non si pagano mai i bolli, attualmente previsti per conti correnti con giacenza media superiore a 5.000 €, non c’è possibilità di andare in rosso e pagare interessi salati per questo, inoltre non è previsto alcun costo relativo alla commissione di massimo scoperto.
Gli unici costi connessi a una carta ricaricabile dotata di codice IBAN sono legati all’eventuale canone mensile, previsto del resto anche per molti conti correnti, a quelli per effettuare le operazioni di ricarica e, a volte, anche per il prelievo di contante, solitamente gratuito presso gli sportelli ATM delle banche emittenti, a volte a pagamento quando l’operazione viene effettuata presso ATM non dell’istituto di credito emittente o all’estero.
Risultano invece sempre gratuite le operazioni di pagamento, esattamente come avviene per le carte  Bancomat, ad esempio.

Il fatto che queste particolari carte conto siano dotate di codice IBAN consente anche di ricevere e disporre  bonifici italiani e, in alcuni casi, esteri in area SEPA. Inoltre l’IBAN permette anche di accreditare stipendio o pensione.
Naturalmente risulta sempre possibile ricaricare il credito del cellulare, pagare le bollette delle utenze domestiche o i pedaggi autostradali, esattamente come avviene per le carte di credito o di debito.
Tutte queste carte conto prepagate possono essere ricaricate di importi variabili, fino a limiti massimi di plafond (il limite massimo consentito) che sono di norma superiori rispetto alle normali carte ricaricabili non dotate di IBAN.
Non è invece mai consentito investire i fondi caricati sulla carta: tutte le operazioni di investimento richiedono l’apertura di un deposito titoli, impossibile con le carte conto. In realtà va precisato che, in certi casi,  vengono offerti servizi innovativi legati all’apertura di un conto deposito associato alla carta prepagata, dalla quale dovranno provenire i fondi destinati al conto deposito e sulla quale saranno accreditati gli interessi maturati grazie al conto di deposito stesso.
Per farsi un’opinione relativa alle carte prepagate con IBAN offerte dagli istituti di credito che operano in Italia abbiamo deciso di mettere a confronto le proposte di Unicredit, CheBanca!, Intesa SanPaolo e Prestitempo (Deutsche Bank).
Per ciascuna delle carte analizzate  indicheremo le condizioni generali, comprensive dei costi relativi al canone mensile, alle operazioni di ricarica, al prelevamento di denaro presso gli sportelli ATM e alla disposizione di bonifici. Una comoda tabella riassuntiva permetterà di confrontare rapidamente tali costi e valutare quale carta multifunzione con IBAN sia da preferire, senza tenere conto delle eventuali promozioni in corso.

Partiamo con Genius Card di UniCredit, che è una carta prepagata nominativa ricaricabile dotata di codice IBAN, con costo di emissione di 5 € (gratis per richieste on-line entro il 31/12/2012) e canone mensile di 3€ (6 mesi gratis per richieste online entro il 31/12/2012), riducibile a 1€ accreditando su di essa almeno 500 € al mese. Tra le operazioni principali gratuite effettuabili con Genius Card ci sono l’accredito dello stipendio o della pensione, la domiciliazione delle bollette, i prelievi agli sportelli Bancomat di UniCredit in Italia, gli acquisti presso negozi in Italia, all’estero e via Internet, il pagamento di bollettini MAV e il servizio di Banca Multicanale via Internet.
E’ possibile ricevere bonifici in Italia e in Europa (area SEPA) e disporre bonifici in Italia.
La ricarica può essere effettuata in contanti nelle agenzie UniCredit e presso gli sportelli ATM della banca, con addebito in conto corrente, con bonifico bancario dall’Italia o dall’Europa (area SEPA), con altra carta Bancomat emessa da UniCredit o un’altra prepagata della linea Genius Card o UniCreditCard Click e ancora attraverso il servizio di Banca Multicanale/On Line TU, utilizzando Internet o il telefono.
Il plafond massimo di ricarica viene stabilito al momento della sottoscrizione del contratto.
La carta ha validità 3 anni.
Tutte le informazioni su Genius Card si trovano in questa scheda di analisi o sul portale UniCredit all’indirizzo www.unicredit.it.

CheBanca!, la banca diretta del Gruppo Mediobanca, propone Conto Tascabile, che consiste in una carta prepagata ricaricabile dotata di IBAN, con canone mensile di 1,00 € e tante operazioni a costo zero, dal momento che l’unico costo previsto riguarda il prelievo di contante presso gli sportelli ATM in valuta diversa dall’Euro, per il quale si pagano 3,00 € a operazione. Le operazioni di pagamento e ricarica possibili sono quindi sempre gratuite, potendo così disporre di una carta prepagata per effettuare e ricevere bonifici, pagare le utenze domestiche, il canone TV, le ricariche del credito telefonico e molto altro.
E’ possibile richiedere fino a un massimo di 5 Conti Tascabili per intestatario.
Il plafond massimo di ricarica è di 50.000 €, che coincide anche con il limite mensile di spesa, mentre quello giornaliero è di 5.000 €. Il massimale mensile di prelievo utilizzando i circuiti Bancomat, PagoBancomat e Mastercard è di 3.000 €, mentre quello giornaliero di 500 €.
Le operazioni di ricarica possono essere disposte attraverso bonifico o in contanti presso una delle filiali della banca diretta del Gruppo Mediobanca.
Informazioni dettagliate su Conto Tascabile sono disponibili in questa scheda di analisi o consultando il portale di CheBanca! all’indirizzo www.chebanca.it.

Banca Intesa SanPaolo propone Carta SuperFlash, che consiste in una carta prepagata ricaricabile con IBAN particolarmente vantaggiosa per i giovani con età compresa tra i 18 e i 26 anni, visto che per loro è previsto un canone gratuito. Per tutti gli altri il canone annuale è di 9,90 €.
Grazie a questa carta prepagata ricaricabile, che non richiede un conto corrente di appoggio, viene data la possibilità di effettuare pagamenti presso tutti i negozi con marchio MasterCard e MasterCard PayPass e on-line, sia in Italia che all’estero, inviare e ricevere bonifici in Italia e nei paesi europei inclusi nell’area SEPA, pagare i pedaggi autostradali in Italia e all’estero, domiciliare bollette, pagare le tasse universitarie, ricaricare il credito del cellulare via Internet o pressi gli sportelli ATM abilitati del Gruppo Intesa SanPaolo. Grazie all’innovativo servizio Move and Pay si possono anche effettuare trasferimenti di denaro via cellulare e smartphone.
Le operazioni di ricarica possono essere effettuate in una delle filiali di Intesa SanPaolo (in contanti o con addebito diretto su conto corrente), via Internet o anche attraverso Bancomat, carta di credito, altra Carta SuperFlash o in contanti presso gli sportelli ATM abilitati delle banche del Gruppo Intesa SanPaolo in Italia.
Carta SuperFlash si appoggia ai circuiti di pagamento MasterCard e Moneta e prevede un plafond massimo di giacenza di 10.000 €.
Maggiori informazioni su Carta SuperFlash disponibili consultando questa scheda di analisi o sul portale dedicato ai prodotti SuperFlash all’indirizzo www.superflash.it.

db ContoCarta è la carta prepagata ricaricabile emessa da Prestitempo, la divisione per il credito alle famiglie del gruppo Deutsche Bank. Quello che colpisce di questa carta prepagata di moneta elettronica è l’estrema convenienza, essendo praticamente a costo zero tutte le principali operazioni consentite grazie all’IBAN associato a ciascuna db ContoCarta. E’ quindi possibile prelevare in contanti presso gli sportelli automatici abilitati in Italia e all’estero, fare acquisiti nei negozi e in Internet presso gli esercenti convenzionati Visa, inviare e ricevere bonifici domestici e in area SEPA attraverso il servizio di Online Banking db Interactive, domiciliare il pagamento di utenze domestiche e RID, disporre l’accredito di stipendio o pensione, effettuare pagamenti MAV e molte delle più comuni operazioni associate a un conto corrente tradizionale.
Altra peculiarità di db ContoCarta è data dal fatto che i nuovi clienti possono richiedere l’apertura di Conto Deposito Prestitempo associato alla carta, che consiste in un conto di deposito on-line che garantisce un rendimento interessante sulle somme depositate, grazie a tassi di interesse superiori rispetto a quelli di un normale conto corrente.
Sono solo due i costi reali da sostenere: si pagano infatti 3,00 € di commissione fissa di incasso per ricariche effettuate presso le ricevitorie Sisal abilitate al servizio ed è prevista una maggiorazione dell’1,75% sul tasso di cambio applicato dal circuito internazionale sugli utilizzi in valuta diversa dall’Euro.
La giacenza massima è di 50.000 €, che coincide anche con l’importo massimo consentito per ciascuna ricarica. L’importo massimo prelevabile giornalmente tramite sportelli ATM è di 500 €, mentre quello mensile è di 5.000 €.
Potete trovare maggiori informazioni su db ContoCarta in questa scheda di analisi oppure consultando il sito Internet www.dbcontocarta.it.

TABELLA DI RIEPILOGO DEL CONFRONTO TRA CARTE CONTO PREPAGATE CON IBAN

CARTA COSTO DI EMISSIONE CANONE COSTO RICARICA COSTO PRELIEVO CONTANTE PRESSO ATM DELLA BANCA EMITTENTE COSTO BONIFICO ITALIA
GENIUS CARD UNICREDIT 5,00 € 3,00 € al mese riducibile a 1,00 € 0,50 € online / 1,00 € presso ATM UniCredit Zero Da 4,20 € a 0,50 € a seconda del canale usato
CONTO TASCABILE CHEBANCA! Gratis 1,00 € al mese Zero Zero Zero
CARTA SUPERFLASH INTESA SANPAOLO Gratis 9,90 € all’anno 1,00 € / Gratis in contanti presso ATM Intesa SanPaolo Zero Da 0,50 € a 3,50 € a seconda del canale usato
db CONTOCARTA DI PRESTITEMPO Gratis Gratis Zero Zero Zero

Per avere un quadro più completo dei vincoli sulle giacenze offerti dalla banche che operano in Italia puoi consultare l’apposita sezione dedicata al confronto dei conti di deposito qui.
Potete consultare rapidamente condizioni e principali spese per fare un confronto dei conti correnti qui.

Potrebbe piacerti anche